Vitigni Armeni


Immersa nella storia e nella tradizione millenaria, la viticoltura armena ha alcuni tratti unici grazie alla sua storia e al suo terroir. Nonostante il territorio relativamente piccolo, il paese ha una gamma molto diversificata di condizioni naturali.
Il clima
Il clima varia notevolmente. Le estati sono calde e secche in alcuni luoghi, mentre altre località possono essere più umide in estate. Le altitudini sono piuttosto elevate a causa del fatto che il paese è essenzialmente una pentola bollente di montagne.
Climate
Suolo
Un'altra caratteristica fondamentale è che il suolo di alcune regioni è calcareo o di origine vulcanica, che conferisce alle uve sapori decisi e alla fine conferisce ai vini un gusto incredibilmente unico.

Tutti questi tratti unici combinati danno come risultato una selezione diversificata e speciale di vitigni.
Sev Areni o Areni Noir
Kakhet
Tozot
Khndoghni
Haghtanak
Voskehat
Khatoun Kharji
Garan Demak
Kangun
Sev Areni o Areni Noir
Sev Areni o Areni Noir è considerata la perla dei vitigni armeni. Si tratta di uno squisito e raro vitigno autoctono della specie Vitis vinifera, e nei terreni si possono ancora trovare i suoi grappoli fruttiferi di 120 sì di età. Sebbene la sua patria sia considerata la regione di Vayots Dzor, l'Areni è ora coltivato in quasi tutte le regioni vinicole. Da giovani le uve Sev Areni danno un vino dalla spiccata acidità e dal colore intenso, mentre il profumo racchiude i delicati aromi di ciliegia, ribes nero e pepe nero. Dopo essere stato invecchiato con rovere armeno il vino diventa più nobile e vellutato acquistando un aroma più dolce e pruriginoso.
Kakhet
Il vitigno autoctono rosso armeno Kakhet è un vitigno molto raro e unico. Significato "uva appesa", Kakhet ha preso il nome dal nido per asciugare durante l'inverno. A differenza di Areni, Kakhet ha un colore rosso intenso. Usando il suo stesso Kakhet cresce in un vino meravigliosamente equilibrato di frutta e bacche, mentre in miscele con altre varietà rosse importanti esprime aromi e sapori più complessi con pepe nero e note affumicate.
Tozot
La varietà Tozot cresce in molti antichi vigneti della regione di Vayots Dzor. I vini di quest'uva hanno una freschezza unica e corroborante. Opulento e vivace anche se, il Tozot è usato raramente da solo a causa della sua estrema scarsità, mentre in blend con altri vitigni autoctoni e autoctoni porta la vinificazione artigianale a un nuovo livello.
Khndoghni
Un altro gioiello della viticoltura armena è l'uva Khndoghni che consente ai viticoltori di produrre vini eccezionali, riccamente strutturati con sapori stuzzicanti e aromi complessi: vero nettare per gli dei. Il vino ottenuto da Khndoghni si distingue per i tannini setosi, i frutti di bosco scuri e gli aromi di frutta rossa matura.
Haghtanak
Un'altra varietà amata è conosciuta come Haghtanak, che significa "vittoria" in armeno. Ha una leggera sfumatura viola e viene spesso utilizzato per tonificare altre miscele. Il profumo è ricco di ciliegia, ribes nero, mora, prugna, vaniglia e chiodi di garofano. I sentori di spezie, cioccolato e caffè completano il quadro: una vera vittoria della vinificazione.
Voskehat
Essendo un'antica varietà autoctona armena, Voskehat è la regina dei bianchi vitigni armeni con una storia di coltivazione di oltre 3mila anni. Grazie alle caratteristiche uniche dei viticoltori pieni di risorse di Voskehat ne ricavano opere d'arte. I vini Voskehat che ne derivano hanno una sfumatura dorata con aromi corroboranti di agrumi, erba appena tagliata e fiori alpini, una vera regina di splendore, grazia e gioia.
Khatoun Kharji
Un'altra rara varietà bianca armena autoctona è Khatoun Kharji, che si trova principalmente nella regione di Vayots Dzor. Produce splendidi vini nobili con una vibrante acidità.Dominato da fiori alpini e vivaci agrumi, Katoun Kharji ha al palato delicati sentori di ananas.
Garan Demak
Il Garan Demak è un'antica varietà autoctona che prospera nei terreni rocciosi e semi-desertici della regione di Armavir. Leggeri o corposi, i vini prodotti da Garan Demak sono sempre deliziosi e paradisiaci, con aromi delicati e fruttati e una struttura rotonda, mentre l'altra varietà bianca autoctona Lalvari ampiamente coltivata nella regione di Tavush, produce principalmente vini spumanti e vini leggeri ancora meravigliosamente morbidi con note riconoscibili di frutti esotici.
Kangun
La varietà di selezione Kangun, è una delle varietà bianche più coltivate nella viticoltura armena. Kangun è ampiamente usato per produrre non solo vini bianchi finemente strutturati, ma anche stuzzicanti spumanti. Con un allegro bouquet di miele, fiori di campo e frutta, i vini prodotti da Kangun stupiranno con una bella tonalità paglierina chiara, un'ampia freschezza e un tratto aromatico ricco di pasticcini cremosi e fruttati.
Regioni di vinificazione armene
ESPLORA DI PIÙ