Su di Noi

Emergendo dalla profondità di millenni, la tradizione vinicola armena ha una lunga e ricca storia che risale al 6100 aC. I solidi dati scientifici nel complesso della grotta Areni-1, torchi, vasi e karase (vasi armeni di argilla),resti di vinaccioli carbonizzati, iscrizioni cuneiformi dell'era del Regno Araratiano e testimonianze di vicini dimostrano che l'Armenia è la culla della vinificazione e della viticoltura.

Industria vinicola armena

Oggi, con la produzione di vini sempre più di qualità, in particolare da vitigni locali e importati, l'industria vinicola armena sta vivendo una rinascita e un riconoscimento al di fuori del paese. Sebbene il 70% dei vini armeni sia consumato nel Paese, oggi viene esportato in 36 Paesi del mondo.

L'unicità dei vini armeni

Essendo la "genesi" della viticoltura e della vinificazione, l'Armenia è stata destinata a produrre vini autentici che mostrano il carattere audace e appassionato della patria. L'unicità dei vini armeni è l'altitudine e il terroir estremamente diversificato, i vitigni autoctoni, la cultura e le tradizioni vinicole millenarie.Fortemente affascinati dall'eredità e dalla cultura del vino ancestrale, numerosi appassionati di vino prolifici hanno iniziato il loro viaggio nel misterioso mondo della vinificazione con la passione di preservare questo spirito per le generazioni future.
Regioni di vinificazione armene
Dal Monte Aragats al biblico Monte Ararat, l'Armenia parla tanto di altopiani, dove le montagne costituiscono quasi il 70% del territorio del paese.
ESPLORA DI PIÙ
Varietà d’uva
L'Armenia ospita più di 350 varietà d’uva, iniziando la sua esperienza di viticoltura più di 6100 anni fa. Terroir eccezionali, suolo vulcanico con alcune aree calcaree e argillose consentono di produrre autentici vini armeni da vitigni autoctoni, alcuni dei quali hanno una storia di coltivazione di oltre 3 millenni.
ESPLORA DI PIÙ